Ultimi adempimenti per presentare il Patto per la Toscana alle elezioni

Il Patto per la Toscana sta completando gli adempimenti per la presentazione della propria lista alle elezioni regionali della Toscana che si terranno il prossimo 20-21 settembre 2020.

 

Dalla presidenza di Comitato Libertà Toscana

Comunicato agli associati, ai federati, agli alleati, ai simpatizzanti, ai media della Toscana
Firenze, domenica 16 agosto 2020
 
Ultimi adempimenti per la presentazione della lista unitaria civica, ambientalista, autonomista
del Patto per la Toscana alle elezioni regionali del 20-21 settembre 2020
Il Patto per la Toscana sta completando gli adempimenti per la presentazione della propria lista alle elezioni regionali della Toscana che si terranno il prossimo 20-21 settembre 2020.
La presentazione delle liste, impegnativa per noi come per tutti, in questo strano e difficile agosto, deve completarsi entro venerdì 21 agosto.
Grazie alla disponibilità del consigliere regionale uscente, Roberto Salvini (Gruppo Misto, già eletto con la ormai scomparsa Lega Toscana, distrutta dalla Lega nazionalista e centralista), è partita una grande e generosa operazione politica dal basso, fatta da Toscani con nel cuore solo l’interesse della Toscana.
Portiamo un po’ di speranza e un po’ di sana ribellione, nel sistema politico toscano, per affrontare, con maggiore umiltà e più concretezza, gli anni difficili che ci attendono.
Comitato Libertà Toscana è una delle formazioni che partecipano al Patto per la Toscana, insieme con molti altri esponenti civici, ambientalisti, autonomisti, del mondo agricolo e venatorio, dell’attivismo sociale e sindacale, presenze democratico-cristiane, socialiste, liberali, per i valori umani, per la libertà di scelta, contro lo status quo.
Il Patto per la Toscana è unito, tra le altre cose, da una idea semplice ma radicale: la Toscana dovrà autogovernarsi almeno come il Trentino.
I documenti comuni propongono idee forti su salute, ambiente, lavoro locale, solidarietà, autonomia, monete locali, declinate con coraggio per riportare servizi pubblici locali e tutelare beni comuni nelle periferie abbandonate e nelle campagne e montagne emarginate della Toscana.
La lista, quindi, da’ cittadinanza e agibilità politica a idee moderate nei toni ma radicalmente riformiste nei contenuti, che l’intero sistema politico toscano, fino a ieri disprezzava e ridicolizzava, per subalternità agli slogan vuoti di “capi e capetti” nazionali di sinistra, centro, destra e a cinque stelle.
In realtà, ci stanno già copiando e questo è uno dei possibili segnali che abbiamo preso la strada giusta.
Un caro saluto a tutti.
Mauro Vaiani Ph.D.
presidente
Comitato Libertà Toscana
Per maggiori informazioni contattare l’ufficio stampa: Carlo Casini pattoperlatoscanasalvini@gmail.com

Per contattare Comitato Libertà Toscana: presidenza@comitatolibertatoscana.eu